Vuoti a P/rendere – Beni Comuni contro il disuso

Cos’è davvero il disuso e l’abbandono in una città? Che cosa riempie e potrebbe riempire i vuoti che viviamo tutti giorni? E se in ogni quartiere nascessero beni comuni autogestiti e mutualistici?

Viviamo insieme una giornata per difendere e diffondere Ri-Make Bene Comune rispondendo a queste domande con suoni, canti, colori in un percorso tra luoghi e storie presenti, passate (e future?) dal Nord al Sud della città!

SABATO 29 MAGGIO LUNGO TUTTA LA GIORNATA

***11.00 ritrovo all’ex-BNL, via Astesani 47***

***12.30 pranzo popolare a Ri-make, via del Volga 4***

***14.00 passeggiata strillona nel quartiere di Bruzzano***

***17.00 allenamento popolare di fronte all’ex-cinema maestoso, piazzale Lodi con Le Sberle e CAPPA Coordinamentoantifascistapalestrepopolariautogestite, piazzale Lodi***

*Chiamata aperta alle arti, alla creatività e ai desideri!*
Vogliamo costruire ogni tappa del percorso insieme in piena autogestione. Prepareriamo assieme cartelli e striscioni colorati, porta il tuo strumento musicale o un tuo pezzo da recitare, aiutaci a preparare il pranzo o condividi una tua specialità, vestiti comod* per allenarti con noi.

Alle 17 le Sberle, palestra di boxe popolare femminista, e Cappa, coordinamento antifascista di palestre popolari autogestite, chiamano un allenamento di pugilato all’aperto davanti all’ex Cinema Maestoso, spazio tolto alla collettività per la costruzione di una palestra privata a pagamento. Lo sport è una pratica aggregativa, inclusiva, aperta, accessibile: vogliamo i nostri corpi liberi di muoversi, incontrarsi e sperimentarsi fuori da logiche votate al profitto. Milano non si vende, non si specula sui nostri quartieri e sui nostri corpi.

Perché ritrovarci in questa giornata di mobilit/azione?
Perché anche in questa seconda ondata della pandemia e delle chiusure di spazi e locali di socialità e cultura, abbiamo resistito. È stata una resistenza attiva e collettiva. Non ci siamo chius* nel nostro spazio ad aspettare tempi migliori e semplicemente occuparci di noi. Abbiamo ancora una volta dato vita con tutto l’impegno possibile all’esperienza di mutuo soccorso e cura condivisa di #NonSeiSola #NonSeiSolo: lo sportello sindacale per il diritto al lavoro e al reddito; il sostegno economico e aiuto alimentare alle famiglie in difficoltà; i mercatini di produttrici e produttori indipendenti e fuorimercato; il gruppo di acquisto solidale; il gruppo di mutuo aiuto per il diritto all’abitare; la scuola d’italiano a distanza; il doposcuola per bambine e bambini e il centro estivo autogestito; le attività di palestra popolare e l’orto comune.

Giugno sarà anche per Ri-Make il mese della graduale apertura delle attività in presenza – sempre in sicurezza e reciproca tutela. La nostra resistenza attiva non si ferma certo al “tornare come prima”. Vogliamo invece immaginare un futuro diverso per Ri-Make Bene Comune – disegnato insieme a tutt* quell* che con noi vorranno farlo. L’indisponibilità del Comune di Milano ad ascoltare e affrontare seriamente le proposte fatte in questi anni per l’ex liceo Omero rende per il momento più incerto questo futuro. Ma resta forte e chiara la nostra proposta di un percorso di co-progettazione popolare, insieme a tutti i soggetti della zona interessati, invitando anche l’amministrazione comunale a questo tavolo di immaginazione collettiva. Per decidere insieme come dovrà essere un nuovo spazio Bene Comune per il quartiere in via del Volga 4, tutelando tutte le attività e le relazioni solidali costruite in questi anni.

Non vogliamo più spazi vuoti, in disuso (come l’ex-BNL di via Astesani, sgomberata e tutt’ora abbandonata) o consegnati al mercato e alla proprietà privata (come l’ex-cinema Maestoso, luogo dove nacque l’esperienza di Ri-Make, ora in via di demolizione, per lasciare spazio all’ennesima palestra commerciale ed elitaria).

Vogliamo riprendere spazio, vogliamo spazi di autogestione e uso sociale non esclusivo, di cura e mutuo aiuto. Vogliamo che i beni comuni riempiano tutti quei vuoti urbani prodotti dall’assetata speculazione del mattone.

Per questo sabato 29 maggio costruiremo con chiunque voglia questo percorso in città, per rendere visibile che cosa non vogliamo più sia la nostra quotidianità e disegnare insieme un futuro diverso.

Sarà un weekend segnato da tante iniziative in città con questo medesimo spirito di salvaguardia e rivendicazione di spazi e beni comuni e costruzione di autogestione e cultura dal basso costruite da diverse realtà della rete #MilanoNonSiVende #LaCuraSiamoNoi, seguitele per più informazioni:

Baiamonti Verde Comune
Macao
Cascina Torchiera

Se vuoi sapere di più o vuoi partecipare in qualche modo alla giornata scrivici alla pagina facebook di @Ri-Make o alla mail rimake@autistici.org